Calcio: marcia positiva della II Cat.

Continua la marcia positiva della Seconda categoria del Colonna. La squadra di mister Luca Esuperanzi ha superato un altro test complicato, anche se il 2-2 sul campo dell’Arco di Travertino quarto della classe è “costato” altri due punti rispetto all’inafferrabile Atletico Colleferro. La capolista del girone F ha allungato a +8, gli stessi punti che il Colonna vanta sulla momentanea terza classificata, lo Sporting Futura strapazzato due settimane fa nello scontro diretto.

«Forse domenica scorsa abbiamo pagato anche la precedente brillante vittoria sullo Sporting Futura – analizza il difensore esterno classe 1994 Simone Corrieri – Poi hanno inciso anche il primo caldo e un fondo piuttosto pesante, oltre al valore dell’avversario. Abbiamo giocato meglio nel primo tempo, riuscendo ad andare in vantaggio con un gol di Faraglia sugli sviluppi di un corner, ma prima dell’intervallo abbiamo incassato l’1-1 e in avvio di ripresa pure il gol del sorpasso. Siamo riusciti comunque a pareggiare i conti con l’ennesima marcatura di Tiberi, il finalizzatore che ci è mancato nelle precedenti stagioni, e alla fine non siamo riusciti a conquistare l’intera posta in palio. Ma non dobbiamo rammaricarci, né pensare ossessivamente al primo posto: dobbiamo ragionare partita dopo partita cercando di fare il massimo, d’altronde nessuno all’inizio della stagione si aspettava che fossimo così in alto a questo punto del campionato».

Corrieri è uno degli elementi del “nucleo storico” del Colonna. «Ho giocato sempre qui anche nel settore giovanile, poi mi ero fermato e quattro anni fa, quando c’è stata la possibilità, ho contribuito alla formazione di questo gruppo che è composto da amici dentro e fuori dal campo. Quella è la nostra forza: martedì, ad esempio, abbiamo sostituito la seduta di allenamento con una cena che ha ribadito una volta di più la peculiarità principale di questa squadra».

Domenica si torna al “Tozzi” per il derby col Colle di Fuori. «All’andata fu una partita molto tosta dal punto di vista fisico e agonistico e anche domenica sappiamo che ci sarà da sudare: non bisogna sottovalutare la sfida» conclude il difensore.